Skip to main content

ARMADIO FARMACI ROBOTIZZATO PER RSA, CENTRI SERVIZI REGIONE VENETO

di Softwareuno
Aggiornato al 22 Settembre 2021

Con la delibera n° 1023 del 28 luglio 2021, la Regione Veneto ha fornito indicazioni per l’introduzione dei sistemi automatici per la preparazione della terapia nei Centri Servizi del territorio, si veda anche l’allegato A della delibera “Indicazioni tecnico-operative per l’introduzione all’interno dei Centri Servizi (CS) di un sistema automatizzato di prescrizione medica e dispensazione personalizzata di terapie in dose unitaria”. Il documento si articola attraverso le seguenti parti:

  • Premessa
  • Ambiti di applicazione
  • Adempimenti previsti da parte del centro servizi
  • Adempimenti delle Aziende ULSS
  • Fornitura e contabilizzazione dei farmaci
  • Vigilanza
  • Disposizioni per l’adeguamento di sistemi esistenti

Come spiegato in premessa, tra le priorità per garantire la sicurezza dei pazienti vi sono la prevenzione del rischio di errori nella terapia e del rischio di reazioni avverse da farmaco.  La corretta somministrazione dei farmaci viene fatta pertanto rientrare nelle attività di prevenzione del rischio. L’impiego di sistemi automatici per la preparazione della terapia in dosi unitarie, interfacciate con sistemi informatici di prescrizione medica, afferisce a tale sfera della prevenzione.

Scopri la nostra soluzione per l’integrazione con un sistema automatico di preparazione della terapia in RSA e Centri Servizi.

La DGR cita anche la Raccomandazione 19, indicando che “la preparazione in dosi unitarie, a partire dalle confezioni industriali di medicinali, può considerarsi manipolazione di farmaci”, e rientra pertanto nella Raccomandazione n°19 del Ministero della Salute sulla manipolazione delle forme farmaceutiche “Raccomandazione per la manipolazione delle forme farmaceutiche orali solide”.

Sempre nell’Allegato A della DGR n. 1023 del 28 luglio 2021, in corrispondenza degli obiettivi, viene spiegato il documento fornisce indicazioni tecnico-operative per l’introduzione di tali sistemi automatici per la preparazione della terapia per la riduzione del rischio di errori nel corso del trattamento farmacologico, e per la “semplificazione e l’efficientamento del processo di distribuzione e controllo delle terapie di ogni singolo paziente”. Specificando inoltre che “Tale sistema consente, peraltro, di ottimizzare la gestione dei farmaci”.

L’ambito di applicazione della DGR sono i Centri di Servizi, “come individuati nella relativa delibera regionale di applicazione” che intendono dotarsi di queste tecnologie. Sempre nella DGR vengono inoltre indicati gli adempimenti per gli enti gestori dei Centri Servizi che vogliono implementare questi sistemi, relativa a procedure, integrazioni delle procedure in essere, gestione di più Centri Servizi Contrattualizzati, indicazioni sulle specifiche del sistema e della sua collocazione, individuazione del responsabile, comunicazioni di avvenuta installazione del dispositivo.

Inoltre vengono fornite indicazioni per le aziende ULSS per l’adeguamento dell’accordo contrattuale, ex DGR n. 1231/2018, prevedendo alcune casistiche:

  • Centro Servizi (CS) che si avvalga di un proprio sistema robotizzato;
  • Sistema automatizzato venga collocato in un Centro Servizi ed utilizzato sia per gli stessi ospiti che anche per ospiti degli altri Centri Servizi gestiti dal medesimo ente gestore e collocati nella stessa ULSS;
  • Centro servizi che si avvale di un sistema automatizzato collocato presso un altro Centro Servizi gestito dal medesimo soggetto giuridico ente gestore;
  • Centro Servizi presso il quale è collocato il sistema automatizzato, utilizzato sia per gli ospiti dello stesso CS che per gli ospiti degli altri CS gestiti dal medesimo Soggetto giuridico Ente gestore e afferenti alla medesima Azienda ULSS.

Infine, vengono fornite indicazioni sulla contabilizzazione dei farmaci, e relativamente alla vigilanza. Nelle Disposizioni Finali poi vengono specificati quali sono i tempi e le modalità di comunicazione agli enti preposti, da parte dei Centri Servizi presso i quali fossero già presenti sistemi automatizzati per la dispensazione automatizzata di farmaci.

L’Assessore alla Sanità, Manuela Lanzarin, attraverso il comunicato stampa della Regione Veneto, spiega: “Usiamo le nuove tecnologie anche per migliorare ulteriormente la precisione del servizio offerto ai pazienti, rendendo in questo modo impossibile, o rarissimo, l’errore umano nella somministrazione dei farmaci. Rispondiamo così a una nostra volontà di progresso e anche alle indicazioni nazionali su questo settore, che raccomandano la massima attenzione sul rischio clinico relativamente alla sicurezza dei pazienti e la riduzione degli errori in terapia farmacologica”.

L’introduzione di questo sistema nelle strutture per persone anziane contrattualizzate ridurrà in modo significativo i tempi di preparazione delle terapie, liberando così tempo per l’assistenza infermieristica – specifica l’Assessore -. Questo dispensario automatizzato provvederà, infatti, allo sconfezionamento e ricofezionamento dei farmaci solidi, in dose unitaria e in bustine individuali giornaliere, per ciascun paziente. A garanzia della tracciabilità, sicurezza, mantenimento della qualità, igiene dei farmaci sarà applicato un apposito protocollo e l’entrata in vigore delle nuove procedure sarà anticipato da un aggiornato dell’accordo contrattuale fra i singoli Centri Servizi territoriali e le relative AULSS”.

Se vuoi richiedere informazioni sulla nostra soluzione per un sistema automatico di preparazione della terapia per RSA e Centri di Servizi compila il form:

    Softwareuno per la protezione dei tuoi dati, letta l'informativa sulla privacy

    Esprimo il consenso a trattare i dati personali forniti per finalità commerciali ed in particolare per ricevere comunicazioni commerciali e pubblicitarie riguardanti i prodotti e servizi Softwareuno e delle Società del Gruppo.
    ESPRIMO IL MIO CONSENSONEGO IL MIO CONSENSO

    Esprimo il consenso a trattare i dati per comunicarli a partner/terzi affinché le stesse possano renderla destinataria di comunicazioni commerciali o pubblicitarie.
    ESPRIMO IL MIO CONSENSONEGO IL MIO CONSENSO

     

     

    Hai trovato interessante questo articolo?

    Iscriviti alla Newsletter per non perdere i prossimi

    Iscriviti alla Newsletter

    Prendi visione della nostra privacy policy.

    Condividi su
    Softwareuno

    About Softwareuno