Skip to main content

Ospedali 4.0 – Parte Prima

di Tamara Bensi
Aggiornato al 23 Aprile 2021
Aggiornato al Luglio 27th, 2021

L’emergenza sanitaria Covid-19 ha messo in luce tutte le criticità del sistema socio-sanitario italiano anche per quanto riguarda gli edifici ospedalieri.

Abbiamo allora provato ad immaginare come saranno gli ospedali del futuro: quali potrebbero essere le innovazioni oggetto di sviluppo? Quali le tecnologie che potrebbero trovare interessanti applicazioni in ambito ospedaliero, ma anche in relazione all’utenza sul territorio?

Ecco alcuni dei punti chiave che abbiamo iniziato a raccogliere.

SENSORISTICA

Interessanti applicazioni per gli ospedali del futuro saranno le tecnologie legate alla sensoristica: sensori nei letti, telecamere per la rilevazione degli spostamenti sono alcune delle applicazioni che potranno supportare i sanitari nel monitoraggio dei parametri vitali e dell’attività dei pazienti. Integrati con sistemi di intelligenza artificiale, aiuteranno a prevenire il verificarsi di eventi quali la caduta del paziente o lesioni da pressione. Basandosi su sistemi previsionali che analizzano i dati raccolti da device di monitoraggio dei valori, gli infermieri saranno allertati tempestivamente in caso di peggioramento delle condizioni del paziente o si situazioni di pericolo.

RIABILITAZIONE ROBOTICA

Prospettive interessanti saranno date anche dalla riabilitazione robotica assistita. Un esempio tutto italiano è dato dalla Fondazione Don Gnocchi che dal 2015 sta investendo in questa innovativa tecnologia dedicata in particolare alla riabilitazione degli arti superiori di pazienti post-ictus o con malattie neurodegenerative come la sclerosi multipla. I vantaggi della robotica, a supporto di un fisioterapista esperto, sono molteplici: gli strumenti assistono e supportano il movimento e allo stesso tempo coinvolgono il paziente offrendo la possibilità di stimolarlo attraverso degli esercizi divertenti. Il sistema robotico permette di misurare la performance e quindi i miglioramenti del paziente, così da modulare il trattamento sulla base del recupero, che può essere differente nei tempi e nelle modalità da persona a persona

INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Si stima che l’incremento degli investimenti in intelligenza artificiale in ambito Life Science sia stato di quasi il 665% tra il 2015 e il 2019 (fonte “EpocalExpert Summit for Data Driven Precision Health, AI, Analytics & Clinical Decision Systems“)
Una delle applicazioni dell’AI in sanità riguarderà l’organizzazione ospedaliera. L’Humber River Hospital di Toronto utilizza già questa tecnologia per supportare lo staff nei processi decisionali per: monitorare i parametri vitali dei pazienti, gestire la disponibilità di posti letto e sale operatorie, organizzare i turni del personale, gestire i percorsi di cura, nonché tenere sotto controllo l’affollamento del pronto Soccorso.

TELEMEDICINA

La pandemia Covid-19 ha dimostrato che la salute si gioca sul territorio, per questo sta diventando strategica la Telemedicina come forma di assistenza e monitoraggio dei pazienti a casa. Questo richiederà una riorganizzazione dei percorsi di cura tra ospedale e territorio che dovranno essere strettamente collegati e garantire una continuità assistenziale.
I vantaggi della telemedicina sono molteplici, tra questi una riduzione degli accessi in pronto soccorso e negli ambulatori e il monitoraggio del paziente in tempo reale, prevenendo le riacutizzazioni grazie ad alert precoci.

CHIRURGIA ROBOTICA

La sempre più forte digitalizzazione vedrà anche l’aumento della chirurgia robotica assistita. Uno tra gli ospedali più noti al mondo è l’ospedale Gleneagles Medical Center di Singapore. Qui i chirurghi sono in grado di eseguire interventi cardiaci controllando gli strumenti robotici tramite una console a pochi metri dal paziente. L’evoluzione della tecnologia video, inoltre, permette ai chirurghi di avere a disposizione una rappresentazione 3D ad altissima risoluzione dell’area da operare.

Hai trovato interessante questo articolo?

Iscriviti alla Newsletter per non perdere i prossimi

Iscriviti alla Newsletter

Prendi visione della nostra privacy policy.

Condividi su
Tamara Bensi

About Tamara Bensi