IL PROGETTO DI COOPERATIVA SOCIETÀ DOLCE

Progetto Cooperativa Società Dolce
Condividi su

Cooperativa Società Dolce, in collaborazione con l’Università di Bologna e Softwareuno, ha lanciato un progetto sperimentale per lo sviluppo di device elettronici al servizio della persona.

Il progetto è nato in collaborazione con la Facoltà di Design dell’Università di Bologna e ha l’obiettivo di sviluppare dei progetti per device innovativi che possano migliorare la vita delle persone. Questi dispositivi sono in grado di raccogliere dati vitali e fisiologici degli utenti, e di creare nuovi canali di comunicazione tra gli utenti e l’equipe.

Softwareuno è partner di Cooperativa Dolce attraverso il sistema di gestione del Dossier Elettronico Cartella Utente Web, e ha contribuito al processo formativo degli studenti, condividendo il know how aziendale relativo ai processi informativi tipici della gestione del percorso di cura.

Il progetto di Cooperativa Società Dolce si è rivelato un’opportunità di crescita non solo per gli studenti, ma anche per le realtà aziendali. Paolo Galfione, Direttore di Softwareuno, ci rivela: “I ragazzi, con la loro attenzione ai bisogni degli operatori e degli assistiti, ci hanno restituito un esempio pratico di quanto sia importante ed efficace la progettazione fondata sulla user experience.”

Leggi l’articolo completo.

Hai trovato interessante questo articolo

Iscriviti alla Newsletter per non perdere i prossimi

Iscriviti alla Newsletter

Prendi visione della nostra privacy policy.


Condividi su

Informazioni sull'autore

Scritto da 17 Marzo 2019 Aprile 15th, 2019 Categoria Servizi alla persona digitali, Altri articoli
Nonostante sia perennemente distratto da una forma congenita di curiosità permanente, ho avuto la fortuna di poter mettere il mio talento informatico al servizio dei servizi alla persona. Da trent’anni mi occupo di innovazione in questo settore dove le potenzialità del digitale crescono senza sosta.
Paolo Galfione

About Paolo Galfione

Nonostante sia perennemente distratto da una forma congenita di curiosità permanente, ho avuto la fortuna di poter mettere il mio talento informatico al servizio dei servizi alla persona. Da trent’anni mi occupo di innovazione in questo settore dove le potenzialità del digitale crescono senza sosta.